Ultima modifica: 6 Febbraio 2021
ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - BASSANO > Avvisi > Marchesane non dimentica

Marchesane non dimentica

Il giorno della memoria  è stato commemorato come tutti gli anni nel cortile della scuola di via degli Alpini a Marchesane, ricordando la figura di Giorgio Perlasca. Ecco le immagini dell’evento, e, sotto,  le riflessioni dei ragazzi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

ALBERTI: Quando si parla di eroi come Giorgio Perlasca, che ha contribuito a salvare la vita di migliaia di ebrei o di altre persone che sarebbero state portate via dai nazisti, la mia voce si ferma e l’unica parola che la mia testa ripete senza fine è grazie, grazie di aver dato la possibilità di vivere a tutte quelle persone che se no sarebbero state brutalmente uccise da persone che seguivano le idee di un pazzo.

Quando mi raccontarono per la prima volta del fatto che hai sempre tenuto all’oscuro la tua famiglia dei tuoi gesti eroici mi è subito venuto in mente superman. Solo che superman è finzione, tu invece sei reale, tu quei gesti eroici li hai compiuti davvero e per questo ti ringrazio. 

BELLO’: Caro Giorgio Perlasca, oggi ho scoperto la tua storia, sei stato molto bravo a salvare quelle persone e tutte le medaglie che hai preso sono davvero meritate, spero che in Paradiso tu stia bene.                        

BENCHARNIA : Caro Giorgio Perlasca,oggi in classe abbiamo parlato di te, io penso che tu sia stato molto coraggioso, per il fatto che non solo hai salvato te stesso ma anche molti ebrei,con il rischio che ti scoprissero e poi ucciso.Non tutti avrebbero avuto questo coraggio ma te sei  riuscito a cambiare la vita di tante persone che altrimenti sarebbero state  torturate e poi uccise. Grazie per averci fatto riflettere su quello che è successo, per non rifare gli stessi errori se dovesse succedere ancora ed è per questo che noi non dimenticheremo il tuo atto d’eroe.  

CESINI:Caro Giorgio Perlasca, oggi a scuola abbiamo parlato di te e della tua storia molto bella, perché hai salvato molte vite, perciò ti meriti molti riconoscimenti. 

COCCO: Caro Giorgio Perlasca sono alquanto sorpreso di come tu abbia fatto trovare il coraggio rischiare la vita per salvare gli altri sono molto stupito, sei proprio un eroe!

DALIPOVSKI: Caro Giorgio Perlasca,oggi a scuola abbiamo parlato di te. Io penso che tu sia un eroe e un uomo di immenso coraggio, per le oltre cinquemila persone che hai salvato dalla deportazione nazista e dalla Shoah. Credo che tutti dovremmo prendere esempio da te,e sono sicuro che lo faremo, grazie di tutto Giorgio Perlasca.

DELLOUL: Caro Giorgio Perlasca. Oggi abbiamo parlato di te, della tua storia e del dolore che non hai passato solo tu, ma anche milioni di persone. Io non so cosa avete provato quei giorni, ma sono contenta che sia tutto finito. Ovviamente nella vita di ogni persona ci sarà un periodo bello e brutto, ed è importante rendersi conto di cosa sta succedendo per fare la cosa giusta. A volte è proprio questo il problema: alcuni di noi non sanno riconoscere le cose giuste e le cose sbagliate, per questo motivo facciamo di testa nostra, senza pensare alle conseguenze che subiremo  in futuro. Queste conseguenze alla fine causeranno  problemi, dei piccolissimi problemi a cui non diamo nessuna importanza, ma che alla fine influenzeranno la nostra vita, quella dei nostri fratelli e sorelle, finché non cambieranno l’intera storia. Le grandi o piccole  storie  non si potranno mai  dimenticare, è per questo motivo che ogni giorno non facciamo altro che pentirci delle nostre scelte sbagliate fatte in passato, senza renderci conto che il passato è semplicemente una lezione di vita per fare cose giuste nel futuro. È per questo che ogni anno celebriamo la giornata della memoria: PER RICORDARE IL PASSATO E COSTRUIRE IL FUTURO. Da  parte di Amani DELLOUL. 

GUEYE: Caro Giorgio perlasca oggi a scuola abbiamo  parlato della tua storia vorrei che gli uomini imparassero a non fare errori del passato  

Y. LAKROUN: Caro Giorgio Perlasca, oggi ho conosciuto la tua storia, le tue imprese, la storia di un uomo giusto tra le nazioni; pochi avrebbero avuto il coraggio di sacrificarsi per altre persone, quindi grazie, grazie per tutto, per averci fatto ricordare l’importanza di sacrificarsi per salvare molte altre vite, grazie.

L. LAKROUN: Caro Giorgio Perlasca, oggi a scuola abbiamo parlato di te ed ho conosciuto la tua storia . Per me quello che hai fatto é molto bello , ma non bello come qualcosa di normale, ma una delle poche cose che danno un esempio da seguire a chi non crede che questo sia successo veramente. Persone come lei non si vedono tutti i giorni. Se fossi stata io al suo posto me ne sarei andata subito. Non avrei avuto il coraggio di farlo quindi ti  dico grazie per la sua sete di giustizia.

LUGLI: Caro Giorgio Perlasca,oggi a scuola abbiamo parlato di te.o penso che hai avuto un immenso coraggio a fingerti un generale spagnolo e a salvare 5000 persone dalla deportazione nazista.  

MALAVOLTA: Caro Giorgio, con il tuo gesto di forza e coraggio hai salvato tante vite, e tutto il mondo te ne è grato. Non ti sei mai vantato, anzi all’inizio non lo avevi nemmeno raccontato. Solo quando ti sono venuti a cercare la tua storia hai cominciato a spiegare. Per tutti noi sei un esempio da ammirare perchè la tua vita non si deve dimenticare. GRAZIE DA Massimo Malavolta

ROVETTO Caro Giorgio Perlasca, oggi a scuola abbiamo parlato di te e ho conosciuto la tua storia. Quello che hai vissuto è stato terrificante, ma quello che mi ha colpito di più è che sei riuscito a fingerti  spagnolo con una finta lista fingendo che le persone che hai chiamato le portassi via, invece, le hai portate nella tua azienda per salvarle.Grazie da Pietro Rovetto.

SCALABRIN Questa è la prima volta che scrivo il nome Giorgio Perlasca, e la seconda che lo sento nominare: è un nome semplice, sia da pronunciare che da scrivere, ma non è solo un nome, è una persona. Una persona che ha saputo essere giusta in mezzo a scelte completamente sbagliate, un eroe, un padre, e soprattutto un uomo. Il fatto che non abbia pensato alle conseguenze di quello che stava facendo, personalmente lo vedo come un segno, il segno della sua generosità immensa e del suo altruismo sproporzionato, grazie a cui ora vivono ancora oltre 5000 persone, e che penso non scorderanno mai l’uomo che ha permesso loro di continuare a vivere. 

SOUARE : Caro Giorgio Perlasca oggi abbiamo parlato di te: mi chiedo dove tu abbia preso tutto quel coraggio e tutta quella forza per salvare la vita di un sacco di persone. Oggi ho pensato e ripensato alle parole che hai detto “Vorrei che i giovani si interessassero alla mia storia unicamente per non commettere gli errori fatti in passato”. E con questo concludo  dicendo che dovremmo ascoltare attentamente le parole che tu hai pronunciato.

SOUDANI:Caro Giorgio Perlasca oggi a scuola abbiamo visto un video che parlava di lei so che hai salvato tante persone,io al posto tuo non avrei coraggio,ma sei stato coraggioso ma se avessero scoperto ti avrebbero ucciso.

VIALETTO:Caro Giorgio Perlasca oggi a scuola ho conosciuto la tua storia è molto bella per quello che hai fatto per le circa 5112 persone che hai salvato e per le cose anche che ci hai ricordato.perché Giorgio Perlasca è un giusto.

Lascia un commento

 




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi